12 Anni Schiavo vietato in una scuola media

Il film 12 Anni Schiavo narra la storia vera di Solomon Northup, un afroamericano nato libero e poi ridotto in schiavitù nel 1841, dopo essere stato condotto a Washington D.C. con il pretesto di un’offerta di lavoro. Solomon era un uomo istruito e benestante, un privilegiato rispetto alla maggior parte delle persone di colore dei suoi tempi. Poi però viene rapito e venduto come schiavo nel profondo sud degli Stati Uniti. Ci vogliono 12 lunghi anni, ma alla fine riesce a mettersi in contatto con famiglia ed amici che lo aiutano a dimostrare il suo status di uomo libero. Nel 1853 Solomon pubblica la propria autobiografia e nel 1865 la schiavitù viene finalmente abolita in tutti gli Stati Uniti d’America.

Un film da vedere, per conoscere una triste pagina della storia dell’umanità e per esplorare un aspetto poco conosciuto della schiavitù negli Stati Uniti: il rapimento di persone nate libere o che avevano conquistato la libertà nel corso della loro vita. Un film educativo che però qualche docente ha ben pensato di non far vedere a dei ragazzi di scuola media o secondaria di I grado che dir si voglia perché l’ha giudicato troppo violento per dei ragazzini.

“Mi hanno proposto di far vedere 12 Anni Schiavo agli studenti. Ma mio figlio, che ha 22 anni, l’ha visto e mi ha detto: ‘Mamma, non lo guardare, è troppo violento.’ No, a questo punto penso proprio che dirò di no.”

“Secondo me è un film interessante. È drammatico, ma racconta una storia vera.”

“Ma ci sono scene di violenza!”

“Beh, l’ho visto un po’ di tempo fa, adesso non mi ricordo bene… Sì, facevano vedere che frustavano degli schiavi. Ma sono cose accadute veramente. Non è violenza gratuita come nei film horror o di fantascienza.”

“E poi c’è il sesso!”

“Ah, sì, ma non si vede niente. Secondo me si può far vedere. Chiaramente prima di portare i ragazzi al cinema, bisogna spiegare il contesto.”

“No, no. Poi i genitori vengono e si lamentano.”

Il discorso finisce qui. Il chiacchiericcio nella sala professori si sposta su altri temi. In fondo cosa può fare una supplente di inglese contro una docente di lettere più anziana, che invece di vedere il film con i propri occhi preferisce giudicarlo con quelli dell’amato figliolo? Molti insegnanti continuano a trattare i ragazzi delle scuole medie come dei bambini, peccato che poi quegli stessi studenti si rivolgano ai docenti con frasi degne di una sospensione.

“Professoré, te piace la banana?”

“Professoré, conosce Kitty?”

“Kitty?”

“Chi te se…”

Ormai però la scuola italiana non sospende, espelle o boccia praticamente più nessuno. E i ragazzi lo sanno. E se ne approfittano. Ed entrano ed escono dalla classe quando vogliono. E si alzano di continuo. E chiacchierano. E tirano fuori il cellulare.

Non tutti, sia chiaro. Ma gli elementi di disturbo prendono il sopravvento e impediscono agli altri di concentrarsi. Ma che importa? Ormai comandano i genitori. Sempre pronti a giustificare i propri figli. Se uno studente prende un’insufficienza è colpa dell’insegnante che non lo mette a suo agio.

Vengono esercitate pressioni dall’alto per gonfiare i voti. I presidi temono i ricorsi contro le bocciature e il calo delle iscrizioni. I governi puntano ai successi statistici: tutti promossi, tutti diplomati, tutti laureati. Peccato che poi però dietro ai pezzi di carta così acquisiti si nascondano lacune abissali nelle conoscenze. Ma in fondo un popolo di ignoranti è più facile da manovrare.

12 Anni Schiavo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in film, italiano e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...